0
Scuole Estive Internazionali
0
0
Scuole / Schools 2010
Scuole / Schools 2009
Scuole / Schools 2008
Scuole / Schools 2007
Scuole / Schools 2006
Scuole / Schools 2005
Scuole / Schools 2004
Progetto ambientale / Environmental Project
I progetti/Projects
Architettura del Paesaggio / Landscape Architecture
I progetti/Projects
Scuole / Schools 2003
0
Luoghi della vacanza, luoghi della città

L’obiettivo formativo della Scuola Estiva Internazionale di Architettura del Paesaggio parte da una riflessione sulla costruzione delle condizioni spaziali e temporali di nuovi paesaggi urbani in ambiti caratterizzati da una grande rilevanza ambientale, per arrivare a definire progetti che sperimentano differenti modalità dell’abitare.

Queste modalità sono esplorate in ambiti costieri della Sardegna sia in relazione alla costruzione e rigenerazione degli spazi della residenza sul mare, sia alla costruzione dello spazio pubblico in che contrastano forme prevalentemente privatistiche dell’organizzazione dello spazio.

Il progetto si confronta in particolare con il fenomeno spaziale legato agli insediamenti turistici del territorio di Olbia spesso di difficile governabilità, anche per le loro dimensioni economiche e culturali di rango sovralocale.

Il mantenimento della forza attrattiva di questi territori tiene conto dell’esperienza spaziale delle diverse popolazioni, della necessità di individuare nuovi elementi di vitalità urbana in ambiti che, in apparenza, sembrano esclusivamente indirizzati sulla dimensione esclusiva della vacanza.

I temi di progetto fanno riferimento ad alcune questioni rilevanti che investono la città costiera in Sardegna:
  • la “mistificazione” del rapporto con l’ambiente, con una esclusiva attenzione agli aspetti visivi, superficiali, e una indifferenza ai significati profondi della natura e della storia dei territori;
  • il “confinamento” delle situazioni insediative che contiene un approccio di tipo auto-referenziale che in nome di una efficienza interna di tipo aziendale, taglia i rapporti di relazione con l’esterno;
  • l’“urbano”: una marea insediativa priva di identità territoriale con forme e modalità di organizzazione privatistica dello spazio, una simil-città che consentendo ai fruitori di vivere una finzione, sottrae alla città spazi pubblici costitutivi;
  • la costruzione pubblica dello spazio, in antitesi a forme come il labirinto, il meandro, che favoriscono una costruzione prevalentemente privata dell’organizzazione dello spazio;
  • il controllo democratico dell’insediamento e del disegno del territorio che implica una riflessione sulla autorevolezza delle istituzioni locali di fronte a fenomeni turistici che hanno un alto rango sovralocale: una riflessione che richiama anche azioni significative in rapporto agli squilibri culturali e spaziali;
  • la produzione della vacanza, con una articolazione delle forme e delle modalità che vanno dall’eteroproduzione alle prospettive di auto-produzione consapevole: dalla fruizione passiva come “abbandono” nei luoghi di vacanza che hanno, quasi il ruolo di parchi tematici della città contemporanea, alla fruizione consapevole del territorio come esperienza interiore;
  • l’esperienza spaziale delle diverse popolazioni urbane, come ricerca di elementi di vitalità urbana in un territorio che in apparenza sembra esclusivamente indirizzato sulla dimensione esclusiva della vacanza e del gioco;
  • l’accessibilità come fattore costitutivo della costruzione pubblica del territorio: l’inversione dei requisiti di accessibilità tra territori costieri e territori interni del processo privatistico di sottrazione del mare.

L’organizzazione dei gruppi (di circa 5 persone) vedrà la presenza di un architetto, di un giovane pianificatore e alcuni tutor, per proporre progetti a diversa scala all’interno del contesto generale della zona e dell’area vasta.

I docenti invitati come responsabili dei gruppi sono Jordi Bellmunt, Ignasi Perez-Arnal, Bet Figueras, Jean Michel Landecy, Giovanni Maciocco, Joao Nunes

La Scuola è diretta da Giovanni Maciocco e Arnaldo Cecchini e coordinata da Silvia Serreli.


Descrizione

Le attività si svolgeranno in un arco temporale di due settimane comprendenti 120 ore di lavoro articolate in:
  • Seminari di apprendimento;
  • Laboratorio;
  • Immersione diretta nelle aree del progetto;
  • Redazione delle linee di progetto;
  • Presentazione e discussione dei risultati della ricerca.


Requisiti di partecipazione

La scuola è aperta ad un massimo di 50 laureandi, laureati e dottorandi, provenienti da scuole di Architettura, Pianificazione e Ingegneria che abbiano sostenuto esami di pianificazione.

Un numero limitato di posti saranno disponibili per giovani di altre Facoltà con un curriculum adeguato.

È richiesta la conoscenza della lingua inglese.


Riconoscimenti

Al termine delle attività delle scuola verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

La Facoltà riconosce 4 crediti, corrispondenti alle 120 ore di attività didattiche e formative.


Costo

Il costo per studente è di 700 € entro il 23 giugno, 850 € dopo il 23 giugno; comprende la quota di iscrizione, il trattamento di pensione completa, la partecipazione a tutte le attività didattiche e culturali previste nel programma.

La quota non comprende il viaggio per e dalla località sede della scuola.


Organizzazione logistica

Saranno messi a disposizione dei partecipanti alcuni materiali didattico-informativi necessari per lo sviluppo del progetto, ma gli studenti dovranno disporre autonomamente degli altri materiali di lavoro (es. cancelleria, pc portatili).

I progetti finali dei singoli gruppi saranno raccolti in una pubblicazione che conterrà inoltre gli atti delle conferenze dei professori invitati.


Iscrizione

Gli studenti interessati dovranno presentare la domanda di iscrizione, corredata da un breve curriculum (max 1 pagina) contenente informazioni sugli studi svolti e le eventuali esperienze di studio e lavoro attinenti ai temi della scuola.

La valutazione dei curricula sarà fatta in coerenza con le esigenze didattiche della scuola.

Il module d'iscrizione è disponibile qui.


Informazioni

Segreteria Scuola Estiva Olbia 2004
summerschool.architettura@uniss.it
Fax +39 0799720420


Qui sotto è possibile scaricare la locandina della Scuola Estiva

File allegati

Olbia 2004 ( sei04_olbia_it.pdf 157.10 KB )
La locandina della Scuola Estiva




| Versione per la stampa |
 
0
Mappa del sito / Site Map
0